Zycko Italy supporta i partner e si inchina alla videoconferenza

Strategie

Piera Loche, managing director di Zycko Italy, spiega la strategia della società, il supporto delel tecnologie Riverbed, l’enfasi sullo storage e l’approccio al segmento delle videoconferenze

Cinque mesi impegnativi fondati su un’economia instabile, una ripresa che lascia molti punti interrogativi, investimenti che aspettano alla finestra e, da ultimo, il cambio euro/dollaro che di certo non sta favorendo l’attività delle  imprese.

Sono questi gli ingredienti di una piatto amaro che aveva abituato le imprese nel 2009, ma che i timidi segnali dei primi mesi del 2010, avevano fatto sperare sul una svolta.

Per Zycko è tempo di riflessione su un bilancio chiuso positivamente al 31 marzo scorso e di slancio verso settori, fino a oggi, un po’ ai margini ma che iniziano a riscuotere curiosità come la videoconferenza, per esempio, o le attività di marketing che la società sta implementando  con e per i propri partner.

Piera Loche, managing director di Zycko Italy, ha parlato a ruota libera di due eventi che, nel mese di maggio, hanno toccato i reseller (il 4 maggio) e toccheranno sia i reseller sia gli utenti finali (il 28 maggio). “L’evento realizzato il 4 maggio – spiega Loche – ha coinvolto solo i reseller e con loro abbiamo affrontato sia le nuove tecnologie Riverbed sia le novità in fatto di videoconferenze”, spiega Loche.

Il 28 maggio è prevista la seconda edizione dell’evento “Zycko Italy@Aria Nuova a Monza”, un workshop multi vendor organizzato con la partecipazione di partner, prospect ed end user “per presentare i vendor sul mercato e parlare ai partner di come le soluzioni, come per esempio ,la videoconferenza stessa, stiano crescendo velocemente”, spiega Loche. 

Zycko Italy ha in programma di “enfatizzare la presenza sullo storage grazie ad alcuni vendor con cui lavoriamo che sono Hitachi, Isilon, Spectra, ExaGrid e Intransa”, spiega Loche.

Zycko Italy supporterà le iniziative per i clienti attraverso la realizzazione di operazioni marketing “portando avanti campagne a nome del partner, aiutandoli a essere più presenti sul mercato. Per i clienti, attraverso il nostro team marketing, realizzeremo campagne per i partner, con newsletter personalizzate e veicolate dagli stessi partner agli utenti finali. Inoltre, supporto ad eventi, sponsorizzazione di eventi  e campagne dedicate di lead generation”, conferma.

Con Loche, Channel Insider ha affrontato anche il tema economico. “Questi primi mesi del 2010 sono stati faticosi, nonostante il nostro anno fiscale si sia chiuso il 31 marzo scorso con risultati positivi. Questi mesi sono stati anche impegnativi perché se da un lato ci sono timidi segnali di un’economia che si sta rialzando, dall’altro gli investimenti sono ancora fermi al palo nonostante ci sia interesse sulle novità da parte dei clienti”, conclude Loche.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore