Aikom Technology: l’area security ha superato il 10% del fatturato

Strategie

Raffaele Bianchi, sales and marketing manager di Aikom Technology, racconta l’evoluzione della società: dai nuovi ambiti (wireless, Tlc professionali, sicurezza e videosorveglianza) con l’implementazione in ambito networking

Nel 2018 è stato raggiunto il budget prefissato, con una crescita di circa il 20% rispetto all’anno precedente. Si sta parlando di Aikom Technology, distributore nato nel 2006, che non ha mai smesso di investire. Come racconta Raffaele Bianchi, sales and marketing manager della società, “dal 2006 al 2012 sono stati gli anni del wireless con il supporto di Cambium Networks, nel 2012 abbiamo aperto la divisione Tlc professionali grazie a Motorola Solutions e nel 2014 abbiamo creato la nuova divisione sulla sicurezza e videosorveglianza; quest’ultima, di fatto già correva a fianco delle altre, lo era già nel nostro Dna”.

Oggi Aikom consta di 27 persone, lavora in un mercato mission critical, un mercato che non si affaccia sul consumer. “Abbiamo circa 500 clienti sul territorio nazionale e lavoriamo nei settori verticali mission critical come per esempio i porti, gli aeroporti, la Pa, l’esercito, i carabinieri, Oil&gas…”, spiega.

Raffaele Bianchi

Bianchi definisce la società come distributore a valore aggiunto. Ma cosa significa? “Se pensiamo a un distributore tradizionale in ambito btob deve avere uno stock di magazzino, logistica veloce anche per grandi piattaforme, portafoglio prodotti quantitativamente e qualitativamente importante e una solidità finanziaria. In più – continua – noi abbiamo presenza e conoscenza del mercato: wireless radio e video. Bisogna ricordare che noi siamo nati da due aziende che erano presenti da trent’anni, con dipendenti che conoscono perfettamente questo mercato. Inoltre abbiamo una forte presenza commerciale con 12 persone che seguono l’Italia e i circa 500 clienti. Inoltre, abbiamo soluzioni integrate; supporto tecnico prevendita e post vendita. Abbiamo, inoltre, attività di marketing end to end costante e giornaliero che serve non solo per posizionare i prodotti al partner Aikom ma anche attività dei partner verso gli utenti finali”, spiega Bianchi.

Ci chiamano i partner per un supporto , un consiglio strategico e operativo per il materiale necessario alla realizzazione di un evento, per esempio”, spiega Chiara Ferrari, Marketing and Business Development Manager. Aikom Technology ha una vocazione verso il btob, passando per i rivenditori, non esiste che Aikom vada direttamente dall’utente finale!
“L’area security e videosorveglianza ha superato il 10% di incidenza sul fatturato globale del distributore”, spiega Bianchi. “Stiamo implementando la nostra offerta prodotti in ambito networking. Oggi abbiamo un progetto verticale: dal ferro allo switch inserendo il cabling andando verso queste soluzioni con fibra”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore