Avaya al canale: la system integration e l’AI sono la nostra trasformazione digitale

Strategie

Alla tappa milanese dell’Avaya Edge World Tour 2018, circa 200 persone intervenute per capire l’evoluzione della società alla luce del programma di canale, dell’approccio al cloud e alla system integration come modalità per affrontare il nuovo mercato

La trasformazione digitale ha toccato tutti i mercati, verticali compresi. L’avvento dell’intelligenza artificiale pure, ha portato diverse modifiche di mercato compresi i rapporti tra vendor e canale. Fadi Moubarak, VP e Channel Leader, Avaya International, incontrato al recente Avaya Edge World Tour che si è tenuto qualche giorno fa a Milano, ha sottolineato proprio questi aspetti ai quali si associa anche un concetto di integrazione.

Fadi Moubarak. Avaya

Se il valore la fa di nuovo da padrone, il canale è moltiplicatore di questo valore, attraverso integrazioni e il cloud, da questo punto di vista è il volano perfetto al momento giusto e al posto giusto. Già perché nel nuovo programma di canale di Avaya, c’è molto spazio per il cloud. Uno dei punti fondamentali della strategia relativa al programma Avaya Edge 2018 è l’abilitazione di delivery, integrazione e gestione via cloud. Questa evoluzione permette ai partner di essere pronti a trarre vantaggio dalla domanda crescente di servizi UCaaS e CCaaS sviluppando le competenze cloud e beneficiando dei relativi profitti. L’estensione del programma aggiunge i Cloud Integrator alle partnership già in corso e conferma quindi il focus della società sul business cloud. Questo nuovo livello di partnership permette ai partner di canale di raggiungere il livello Smeraldo, Zaffiro e Diamante puntando maggiormente sulle spese ricorrenti (OPEX).

Il programma inoltre offre tre tipologie di specializzazioni che permettono di differenziarsi sul mercato rispetto ai partner tradizionali e ai distributori, passando da un modello prevalentemente basato sulla spesa in conto capitale (CAPEX) e on-premise, a un modello OPEX e cloud: Cloud specialist, Avaya Delivery Partner o Cloud Wholesaler. Inoltre, i partner che si avvicinano al programma Avaya Edge aumentano i benefit già esistenti e ne aggiungono di nuovi, come gli sconti cloud per i clienti più fidelizzati e la deal registration relativa ai nuovi clienti per supportare il successo dei partner in un mercato in costante evoluzione.

Un momento dell’evento Avaya a Milano

I partner di canale Avaya che intraprenderanno una partnership e una specializzazione sul cloud si posizioneranno tra gli operatori meglio equipaggiati per supportare i clienti a intraprendere un approccio ibrido nella migrazione verso il cloud e per fornire quei servizi aggiuntivi, richiesti per i servizi di comunicazione e collaborazione e strettamente integrati con altre applicazioni e processi aziendali. Tutto questo si sposa con l’idea che Moubarak ha di intelligenza artificiale, quando cita i device del momento e come sono cambiati, concedendo a chiunque di tenersi in tasca un vero patrimonio di informazioni.

L’ecosistema dei partner vede in Italia pochi approcci diretti al mercato e molto indiretta, spiega Moubarak. Alla tappa italiana del tour hanno partecipato 200 persone circa che hanno catalizzato l’interesse e l’importanza di veicolare messaggi e novità da parte di Massimo Palermo, country manager di Avaya. Palermo vede in questo tour un rinnovato interesse verso la società

Massimo Palermo

che alla fine dello scorso anno annunciava l’uscita dal Chapter 11 e lo sbarco, a gennaio scorso, sulla piazza della Borsa di New York. “C’è un mercato in evoluzione, Avaya è cambiata, c’è una tecnologia emergente che va spiegata con i partner. Oggi dobbiamo capire come costruire il business dei prossimi mesi, tutto diventa piu smart e mobile. C’è bisogno di una piattaforma che incorpori innovazione e di interlocutori credibili. Serve che i vendor, i partner si confrontino con la system integration”, spiega Palermo.

Durante la tappa milanese, sono stati premiati sette partner. Ecco nomi e motivazioni.

BETA 80 ha raggiunto il riconoscimento di DevConnect Partner of the Year, per aver implementato la tecnologia Avaya nelle proprie soluzioni per i servizi di emergenza. La soluzione di BETA 80 è stata riconosciuta a livello globale, avviando una collaborazione che si è estesa in tutto il mondo.
Maticmind ha vinto il premio Project of the Year, per il progetto di evoluzione dei sistemi di Autostrade per l’Italia, l’azienda si è distinta per aver dato priorità al cliente.
GECOM si è aggiudicata il premio Cloud Partner of the Year, dimostrando competenze di riferimento in ambito Cloud, un settore in crescita e sempre più richiesto dai clienti Avaya in tutto il mondo.
Piemme Telecom nominata Early Adopter of the Year, per essere stato il riferimento dei clienti nell’implementazione di tecnologie innovative e aver realizzato i primi progetti Italiani legati alla soluzione Avaya Equinox.
SET ha vinto come Midmarket Partner of the Year, per aver integrato nelle piccole e medie imprese le soluzioni Avaya di Team Engagement e Customer Engagement.
STT è il Support Partner of the Year, per aver raggiunto un livello eccellente nella conoscenza delle soluzioni Avaya e di capacità di assistenza tecnica al cliente.
ASIT ha vinto il Distribuzion Partner of the Year, premio raggiunto per il livello ineguagliato di presenza sul territorio e di capillarità dei servizi offerti dimostrati dall’azienda nel 2017.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore