Bellumat (Wildix): l’on premise, a differenza del cloud, sparirà nei servizi telefonici

News
Cristiano Bellumat, Wildix

Smau Milano 2018 – Cristiano Bellumat, country manager di Wildix in Italia, spiega come l’Unified communication as a service stia facendo bene al business della società e si lancia in una previsione nemmeno troppo lontana

Unified communications as a service delle meraviglie. Cristiano Bellumat, country manager Wildix Italy, incontrato durante l’edizione milanese di Smau 2018, non ha dubbi nel definire in crescita  questo segmento di mercato. Il cloud driver via as a service è volato, in termini di business, in casa Wildix e anche i clienti lo sanno. Bellumat cita la relazione consolidata con ‘il cliente’ Inps e con il neo acquisito Ministero Affari Esteri e una crescita mondiale del 35%. “Abbiamo realizzato eventi itineranti sul territorio con oltre cento adesioni” spiega. “Le aziende che vogliono vendere ai loro clienti soluzioni di Unified communications as a service trovano in Wildix una realtà attiva”.

Lo zoccolo duro del canale Wildix sono i system integrator di esperienza che sviluppano il business attraverso le loro competenze tecniche e commerciali. Il mercato tradizionale da 40 interni in su, dice Bellumat, è il tessuto imprenditoriale a cui si rivolgono i reseller cloud: “cala la vendita on premise e aumenta quella in cloud.

Cristiano Bellumat

Cresce l’uso di device mobili e l’attenzione maggiore viene prestata laddove ci sia in azienda un It manager con esperienza in sicurezza by design”. Il trend, secondo Bellumat, è chiaro. “Da qui al 2022 il mercato dell’Unified Communications as a service sarà costantemente in crescita e su cifre importanti, si parla di almeno 19 miliardi di dollari, a valore ricorrente”, spiega.

Bellumat è abbastanza certo nell’affermare che nel futuro l’Unified communications e i sistemi di telefonia as a service, in maggioranza, saranno in cloud “ma nei prossimi cinque anni assisteremo a molti cambiamenti, in particolare l’ambito on premise sparirà nei sistemi telefonici”. Se si parla di cloud, ci si accorge che molti investimenti vi stanno convergendo. “Wildix investirà sempre più nel cloud, magari vi saranno degli aggiornamenti o nuovi accorgimenti ma puntiamo su sistemi di business intelligence di ricerca dei numeri di telefono, come per esempio, i risponditori automatici”. E i clienti? “I clienti ascoltano – dice il vertice di Wildix – e si fanno promotori nella domanda di tecnologie cloud perché gli It manager vogliono sostanti aggiornamenti”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore