Strategie

NetApp: i servizi accompagnano la crescita delle soluzioni multicloud

0

Durante il Partner Executive Forum di NetApp del 2018, il produttore di soluzioni di storage conferma un 2017 positivo. Ecco le novità e uno sguardo sui partner premiati a Siviglia

Durante il Partner Executive Forum di NetApp del 2018, il produttore di soluzioni di storage conferma un 2017 molto positivo. NetApp ha tenuto il suo incontro annuale a Siviglia con un gruppo selezionato di persone responsabili del suo ecosistema di partner in Emea. Oltre a conoscere i risultati del suo ultimo anno fiscale e la strategia che il produttore di soluzioni di storage introdurrà sul mercato nel corso del prossimo anno finanziario, si sono tenuti anche i Partner Excellence Awards 2018 Awards Emea.

Il focus aziendale

Ci sono diversi messaggi chiave che NetApp ha lanciato nei giorni scorsi. La trasformazione digitale sta accelerando in qualsiasi tipo di organizzazione per rispondere alla nuova realtà digitale, in cui i dati sono il carburante di questa interruzione. Come spiega Pablo Fernàndez da Silicon.es, è sempre più importante gestirli correttamente e renderli disponibili in qualsiasi momento, quindi l’unico modo per ottenere ciò è utilizzare le tecnologie cloud. L’azienda ha ancora una volta messo in risalto il modello ibrido e multicloud, poiché poche aziende si avvalgono esclusivamente della modalità pubblica o privata. È fondamentale, pertanto, contrassegnare le strategie di cloud ibrido.

NetApp, che è definita sempre più chiaramente come una società di software, spiega che due decenni fa l’infrastruttura era quella che ha segnato l’evoluzione tecnologica, ma che ha perso peso prima contro le applicazioni e poi contro i dati. “Entro il 2020 i dati saranno di enorme importanza per le aziende, quindi sarà essenziale disporre di architetture in grado di gestirli correttamente”, ha dichiarato Alexander Wallner, vicepresidente e general manager di NetApp Emea, al keynote di apertura.

Alexander Wallner, vicepresidente e direttore generale di NetApp Emea

È vero che le attività legate alle cabine Flash, ai sistemi convergenti Flexpod e alla tecnologia dell’infrastruttura HCI hyperconverged basata su Solidfire sono cresciute considerevolmente quest’anno, ma secondo l’azienda è stato principalmente dovuto al software e ai servizi che accompagnano queste infrastrutture. Ci riferiamo a ONTAP, la piattaforma di dati che NetApp vende anche separatamente per sistemi di storage di terze parti. Anche le funzionalità legate all’intelligenza artificiale e all’apprendimento automatico sono sempre più importanti, che nel caso dell’offerta del produttore sono disponibili sia on-premise sia off-premise. Ovvero, attraverso un modello ibrido in grado di fornire intelligenza sia alle architetture cloud sia alle risorse tradizionali, l’eredità dei clienti.

NetApp Partner Executive Forum 2018

In questa nuova realtà digitale, l’85% delle aziende opererà in strategie multicloud, dove la gestione dell’infrastruttura è riservata ai fornitori e non tanto alle organizzazioni stesse. “I responsabili dello storage oggi sono domani, gli amministratori di dati saranno domani“, ha predetto Anthony Lye, vicepresidente e general manager del business Cloud di NetApp: “E ONTAP ha molto da dire come piattaforma di dati insieme agli strumenti di analisi di Cloud Insight. disponibile gratuitamente per tutti i clienti NetApp. “

Cloud Volumes e HCI

Nessuno è riluttante oggi a essere presente nei tre principali cloud pubblici del mercato: Amazon Web Services, Microsoft Azure e Google Cloud. Ma le organizzazioni devono orchestrare tutti i loro dati nel modo più unificato possibile, ovunque siano archiviati. Questo è il compito principale di Cloud Volumes di NetApp, disponibile in questi tre servizi: integrare, orchestrare, integrare e fornire servizi di dati avanzati per le piattaforme utilizzate dai clienti. E tutto questo con i vantaggi offerti dalla tecnologia Flash applicati in modo nativo al cloud.

Cloud Volumes è disponibile attraverso gli application store per gli sviluppatori di AWS, Azure e Google Cloud, in modo che sia possibile assemblare e attivare volumi di dati nel cloud per collegarli a sistemi locali: “tutti con livelli dei servizi aziendali forniti da NetApp senza che i clienti debbano preoccuparsi di questi problemi”, ha aggiunto Lye.

Cloud Volumes è correlato a NetApp HCI, la sua piattaforma iperconvergente per ambienti cloud privati. “Il nostro obiettivo è semplificare e automatizzare il nucleo dell’IT“, ha affermato il manager. 

Siamo venuti in seguito in questi ambienti, ma la nostra offerta iperconvergente si differenzia da altre alternative di mercato nella flessibilità di scalare il calcolo o lo storage in base alle esigenze di ciascun cliente.

Cliccando qui potrete vedere i nomi dei partner Emea premiati durante l’edizione 2018 dell’evento NetApp a Siviglia.

Read also :