Economia circolare, nuova vita alle care e vecchie edicole

News

In una logica di Economia Circolare che ottimizza le azioni, riducendo gli sprechi e creando valore, per l’azienda il processo di digitalizzazione diventa una commodity, facile da adottare e da usare. Ecco le edicole cosa hanno fatto

Sono già 250 le edicole, a Milano e a Vigevano, che hanno scelto di offrire nuovi servizi ai cittadini e sono pronte a rinnovare la propria tradizionale missione diventando un nuovo punto di riferimento nei nostri centri cittadini.
Da oggi oltre all’acquisto dei giornali o di abbonamenti, sarà possibile pagare le raccomandate, senza fare file e contribuendo a una riduzione dell’utilizzo della carta, di inchiostri e toner. I cittadini potranno preparare le proprie raccomandate in qualsiasi luogo e a qualsiasi ora collegandosi al sito www.RaccomandatainEdicola.it e lo faranno senza acquistare buste e francobolli, senza stampare fogli e senza costi aggiuntivi. Una volta ricevuto il codice della raccomandata, potranno rivolgersi direttamente all’edicolante che in pochi secondi, con qualche click, potrà concludere l’operazione. La raccomandata arriverà in forma cartacea al destinatario, stampata da un centro unico per tutta Italia che aderisce alle più restrittive norme di salvaguardia dell’ambiente e postalizzata secondo i tradizionali canali.

Ma l’edicola distribuisce anche delle Gift Card di diversi marchi e produttori che permetteranno ai cittadini di fare acquisti, ovunque e in qualsiasi momento, di beni di qualsiasi tipo: dall’abbigliamento ai libri, dai buoni carburanti alle ricariche Pay TV. Qui gli esempi ovviamente sono limitati, in realtà l’offerta potrà essere ricca e diversificata quanto sarà lungimirante la strategia delle imprese italiane perché potranno proporre ovunque in modo semplice ed efficace i loro prodotti e le loro promozioni aumentando l’efficacia delle loro iniziative di marketing.

Il modello delle Dorsali Digitali

Le Dorsali Digitali sono di due tipi:
• quelle legate al territorio come edicole, ma anche esercenti, benzinai…è la rete di touch point che Arxit sta disegnando e che mettono direttamente a disposizione dei consumatori una serie di nuovi servizi e le proposte delle imprese;
• quelle di tipo Enterprise come la Dorsale Food, Benessere e Salute…in cui il valore delle imprese viene potenziato secondo una logica di collaborazione e complementarietà di offerta.

Il modello prevede la costituzione di una società di gestione per ogni singola dorsale presente sul territorio, ne fanno parte Arxit e altri soci provenienti da uno specifico settore. I processi di vendita sono quindi disegnati da Arxit per ciascuna realtà e vengono sviluppati e realizzati dalla società di gestione. I processi disegnati da Arxit per le imprese vengono resi operativi da una infrastruttura digitale; nel caso della dorsale delle edicole è stata realizzata da iNexti, il braccio operativo dell’edicolante.
Le edicole, che costituiscono la dorsale in questo caso, hanno accesso gratuito all’infrastruttura diventando così dei touch point sul territorio per le aziende.
Per le aziende le dorsali sono infrastrutture abilitanti, modulari e fruibili a seconda delle specifiche esigenze di business, in modalità pay per use. Permettono alle imprese di proporre in maniera dinamica le proprie offerte direttamente ai consumatori e di variare anche la tipologia di offerta proprio in base alle loro risposte.

Il tutto avviene in una logica di Economia Circolare che ottimizza le azioni, riducendo gli sprechi e creando valore. Per l’azienda il processo di digitalizzazione diventa una commodity, facile da adottare e da usare, dà la possibilità di comunicare e ingaggiare il consumatore in modo diretto e consente di condividere le informazioni raccolte sul campo con il management per adeguare tempestivamente, in maniera opportuna, le azioni di business. Il prodotto o il servizio arriva al consumatore senza intermediazioni con tutto il valore che l’impresa stessa è stata in grado di generare.

In questo percorso, la soluzione più innovativa che cambia radicalmente i paradigmi della comunicazione tra aziende e consumatori è il DX Marker, la tecnologia realizzata da Arxit che va a sostituire il tradizionale QR code, statico e poco utilizzato dai più. Grazie alla presenza di DX Marker sulle proprie comunicazioni cartacee, o, più in generale, sui principali touch point utilizzati, le aziende hanno l’opportunità di interagire con i propri clienti, condividendo con loro contenuti multimediali dedicati e offrendo la possibilità di effettuare direttamente operazioni come prenotare o pagare. Il DX Marker può raccontare nei dettagli la storia, la strategia e le scelte dell’azienda ed è in grado di veicolare contemporaneamente comunicazioni diverse a target diversi, rendendo l’informazione personalizzata e al contempo riservata. I contenuti possono essere differenziati anche in base all’orario, alla data di visualizzazione, alle informazioni che definiscono il profilo dell’utente.

Anche le edicole a breve proporranno un apposito pannello, lo Street Wall Shop, con i DX Marker delle aziende, degli enti pubblici, delle associazioni …contribuendo direttamente sul territorio ad alimentare un circolo virtuoso, all’insegna dell’efficienza del business e dell’economia circolare, e offrendo ai cittadini sempre più servizi personalizzati e facilmente fruibili.

Read also :
Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore