Exclusive Networks: al via il PowerLab dove è possibile toccare con mano la tecnologia

Strategie

ChannelBiz è andata all’inaugurazione del PowerLab di Exclusive Networks dove trovano casa le tecnologie dei brand distribuiti, combinandosi tra loro. Il luogo è aperto a reseller ed end user dove potranno toccare con mano le soluzioni

Per Luca Marinelli, managing director di Exclusive Networks, non sono importanti le tipologie di rivenditori con cui lavorare, ma il livello di innovazione che le aziende e i vendor, in particolare, portano. “E’ il modello adottato fin da subito dall’aziendaaffermava qualche settimana fa lo stesso Marinellibasti pensare a Palo Alto Networks o Fortinet, due vendor che dieci anni fa erano degli embrioni e ora hanno preso il largo”. Da qui la strategia di approccio al mercato di Exclusive Networks che ha doppia visione: “di sviluppo e di introduzione di brand innovativi che propongono tecnologie fresche, di sviluppo e capitalizzazione di brand più consolidati. Questa doppia visione è chiamata exploration ed explotation”.

Al centro Luca Marinelli, managing director di Exclusive Networks

Questo affermava il managing director e su questo punto annunciava che il 2 ottobre sarebbe partito presso la sede di Milano in via Montefeltro il PowerLab. “Il 2 ottobre prossimo lanceremo un PowerLab, un laboratorio basato presso la nostra sede di Milano, dove sarà possibile toccare con mano le tecnologie. I rivenditori e gli utenti – affermava – potranno toccare con mano le soluzioni e verificare come si integrano le stesse. Ai rivenditori e ai clienti non dobbiamo mostrare slide, ma come le tecnologie possono combinarsi per risolvere soluzioni in sospeso”. E questo è avvenuto.

Dentro la scatola del PowerLab

ChannelBiz è andata a ‘toccare con mano’ questa esperienza, a raccogliere impressioni, testimonianze e respirare l’aria dei brand distribuiti dalla società presenti nel PowerLab. Presso la sede milanese e con l’intento di scovare band innovativi e integrarli nell’offerta, a oggi PowerLab vede già installati brand pronti a parlarsi e scambiarsi informazioni e talvolta ‘provocare’ incidenti di percorso per osservare la reazione in caso, per esempio, di attacco alla sicurezza.

I vertici di Exclusive Networks hanno per ora dieci brand, dei 28 distribuiti, inseriti nel PowerLab ma i numeri sono una variabile incostante perché le fluttuazioni hanno già portato a una crescita di questo numero. Si parte con la Cybersecurity, uno dei due pezzi da 90 trattato in Exclusive Networks, ma dal prossimo anno sarà presa in considerazione anche la cloud transformation.

Morena Maestroni, Exclusive Networks

Morena Maestroni, marketing manager della società ha alzato il sipario scoprendo il nuovo logo del PowerLab, anch’esso innovativo che, per certi aspetti, ricorda il cubo di Rubik, il sito internet e il calendario che prevede già oltre 32 sessioni, che partono con un primo incontro proprio il 3 ottobre, fino alla fine dell’anno. “PowerLab è sia un ambiente fisico sia virtuale – afferma Maestroni – uno dei concetti alla base è quello della knowledge sharing, lo scopo è quindi presentare le integrazioni tecnologiche condividendole. Il PowerLab è aperto a reseller e utenti finali e aiuta il partner a trasferire il concetto di integrazione verso gli utenti finali. I partner possono fare forza su tre punti chiave, la knowledge sharing per la condivisione delle best practice, la trusted advise, attraverso concetti di crosselling e upselling delle soluzioni, e infine l’essere riconosciuti come knowledge sharing”.

Il PowerLab è come una scultura che viene affinata man mano grazie alle segnalazioni e ai suggerimenti dei partner e degli end user che dovessero fare richieste ai reseller. “Il PowerLab – dice Maestroni – è anche il luogo perfetto per studiare e mettere a punto webinar e demo, così come è possibile per i partner erogare demo presso i clienti senza acquistare appliance NFR”. E a proposito del concetto di knowledge sharing, Maestroni specifica ai vendor presenti: “la nostra conoscenza tecnologica è condivisa con voi, in modo bidirezionale”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore