Fattura elettronica: in accelerazione i colloqui tra Garante Privacy ed Entrate

News

Fervono gli incontri e i colloqui tra Garante Privacy e Agenzia delle Entrate per sciogliere i noti legati alla fattura elettronica. Il tempo stringe, in vista del 1 gennaio 2019, le categorie professionali e gli intermediari sono in attesa

Proseguono i colloqui tra Garante Privacy e Agenzia delle Entrate dopo i malumori documentati da ChannelBiz il 17 novembre scorso. Tolti di mezzo, o quasi, gli ostacoli sulle questioni di sicurezza legate alla fattura elettronica, i nodi da sciogliere riguardano ora il trattamento dei dati personali.

Il tavolo di lavoro e i colloqui stanno proseguendo, a ritmo serrato, perché l’introduzione della fatturazione elettronica resta al 1 gennaio 2019, non ci si scappa, e non è un mistero che la data resterà quella, pertanto i lavori proseguono serrati. Si potrebbe pensare che già dalla prossima settimana qualche informazione trapeli ma è presto per dirlo e soprattutto la questione è molto delicata, basti ricordare all’intervento del Garante di qualche giorno fa e lo scossone, anche mediatico, che ne è conseguito.

fattura elettronica

Nei colloqui a porte chiuse tra le due realtà coinvolte si sta lavorando alacremente al fine di poter partire dal 1 gennaio con il piede giusto: garanzie per i cittadini, per le imprese e garantire un congruo gettito allo Stato.

Sul fronte sicurezza, quindi, le caselle si stanno riempiendo. In sostanza, con l’emendamento 10.20 approvato qualche giorno fa, si afferma che sul servizio di conservazione gratuito reso dall’Agenzia delle Entrate attraverso Sogei, questa non può avvalersi di soggetti terzi. Inoltre, un provvedimento governativo che regola la sicurezza dei flussi: Sogei ha già notificato e chiesto a coloro i quali usano canali Ftp (protocollo di trasferimento file – fonte: Wikipedia) di passare a un canale più sicuro, messo a disposizione, l’Sftp che utilizza canali criptati.

Infine, una raccomandazione: quando un’azienda, un intermediario, un commercialista utilizza piattaforme di fatturazione elettronica, esperti del settore, consigliano di leggere attentamente l’informativa sulla privacy per capire e conoscere come saranno trattati i dati e a quali scopi.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore