Fatture elettroniche alla Pa: differiti i termini per aggiornamento SdI

News

Dato il blocco temporaneo del Sistema di Interscambio Sogei in vista dell’ampliamento del parco fatture elettroniche del 1 gennaio 2019, l’Agenzia delle Entrate sposta al 4 dicembre il termine per la trasmissione di fatture e note di variazione

Troppa pressione e troppo lavoro per il Sistema di Interscambio (SdI) della Sogei in fatto di trasmissione delle fatture elettroniche che, dal 1 gennaio 2019, saranno protagoniste di una vera e propria rivoluzione copernicana.

Per questo motivo, l’Agenzia delle Entrate, attraverso un provvedimento ad hoc, è intervenuta specificando che, “per consentire il corretto adempimento degli obblighi di fatturazione elettronica attraverso il Sistema di interscambio, visto il blocco temporaneo dello Sdi e l’indisponibilità dei servizi del portale “Fatture e Corrispettivi”,  ha disposto il differimento al 4 dicembre dei termini per la trasmissione di fatture e note di variazione dei giorni 1 e 2 dicembre 2018”.

La fatturazione elettronica

Il differimento riguarda le fatture emesse nei rapporti con le pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2 della legge 31 dicembre 2009 n. 196 per le quali è prevista l’emissione, la trasmissione, la conservazione e l’archiviazione esclusivamente in forma elettronica. Secondo il provvedimento dell’Agenzia, questa disposizione è operativa per le fatture emesse verso tutte le pubbliche amministrazioni dal 31 marzo 2015.

Perché dunque questo differimento? Per scongiurare un blocco nell’operatività dal 1 gennaio prossimo, quando il Sistema di Interscambio (Sdi) sarà sottoposto a un carico potenziato, per via dell’introduzione della trasmissione della fatturazione elettronica tra soggetti residenti e stabiliti. Quindi, a fronte di interventi necessari sul Sdi che possano garantire un miglioramento dei livelli di prestazioni in termini di gestione dei picchi di carico e di velocità di accesso ai dati e dei tempi di risposta, il Sistema di Interscambio necessita di un fermo ed ecco perché viene consentito lo slittamento fino al 4 dicembre 2018 dei termini di trasmissione al sistema di Interscambio delle fatture elettroniche e delle note di variazione del 1 e del 2 dicembre 2018.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore