Gruppo Sesa potenzia il settore della Digital Security acquisendo Gencom

Strategie

Il Gruppo Sesa  ha sottoscritto un accordo per l’acquisizione del 60% del capitale di Gencom, con sede a Forlì, che opera nel settore networking e collaboration a supporto di progetti complessi di Digital Security. L’offerta di Gencom verrà integrata in quella di Yarix e Var Group al fine di supportare il business della clientela SME ed Enterprise

Il Gruppo Sesa  ha sottoscritto attraverso la controllata Yarix un accordo quadro per l’acquisizione del 60% del capitale della società Gencom, con sede a Forlì e un capitale umano di 25 risorse qualificate, che opera nel settore networking e collaboration a supporto di progetti complessi di Digital Security e con un giro di affari annuale di circa 10 milioni di euro e un Ebitda storico e prospettico annuale di circa 1,6 milioni di euro (Ebitda margin 16%), un Utile Netto di circa  un milione di euro e una Posizione Finanziaria Netta attesa al 30 aprile 2019 e alla data del closing attiva (liquidità netta) per oltre 1 milione di euro.

Grazie a questa operazione il Gruppo Sesa rafforza il proprio posizionamento in un settore strategico dell’IT e ad alto potenziale di crescita come quello della Digital Security, cruciale per la propria clientela. Con l’integrazione di Gencom, Var Group (controllata in via totalitaria da Sesa), attraverso la propria divisione Digital Security Services, svilupperà nel prossimo esercizio fiscale al 30 aprile 2020 un perimetro di ricavi di circa 25 milioni di euro (con un Ebitda margin double digit) e oltre 100 risorse qualificate. Yarix, con sede a Montebelluna e un laboratorio di ricerca e sviluppo a Tel Aviv, è la società controllata di Var Group a capo della divisione Digital Security Services, operante con la missione di proteggere i sistemi informativi ed i dati IT delle imprese da perdite e cyber-crime, fenomeni che in misura pervasiva e crescente impattano la realtà dell’IT.

Francesca Moriani

L’offerta di Gencom verrà integrata in quella più ampia di Yarix e Var Group al fine di supportare in modo ancora più completo il business della clientela SME ed Enterprise. Il prezzo previsto per il 60% del capitale di Gencom è pari a 4,975 milioni di euro corrisposto per circa il 50% al momento del contratto definitivo di compravendita e per il residuo 50% in due rate annuali di pari importo, rispettivamente dopo 12 e 24 mesi dal closing, con meccanismi di allineamento dei vettori di interesse e del valore della società alla continuità gestionale e dei risultati economici e finanziari futuri. L’accordo prevede che il restante 40% del capitale di Gencom resti in capo al manager e fondatore Davide Fiumi, che rimarrà coinvolto come Managing Director di Gencom, sulla base di un accordo di collaborazione di durata decennale, che prevede Opzioni Put per l’alienazione del residuo 40% del capitale al Gruppo Sesa.

L’acquisizione della maggioranza del capitale di Gencom si inserisce nella strategia di investimento e focalizzazione del Gruppo Sesa sulle aree a valore aggiunto del mercato IT, con potenziale di crescita e generazione di Ebitda.  “L’integrazione di Gencom nella nostra offerta Digital Security costituisce un importante acceleratore della crescita, abilitando nuove opportunità di business e rispondendo alla crescente domanda di protezione di dati e cyber security della nostra clientela. Il segmento Digital Security è percepito come uno degli elementi più rilevanti nell’ambito del percorso di trasformazione digitale delle imprese. L’inserimento del capitale umano di Gencom arricchisce le competenze e le specializzazioni già sviluppate da Yarix, operatore di rilevanza nazionale in ambito cyber security” ha dichiarato Francesca Moriani, Amministratore Delegato di Var Group.

L’integrazione di Gencom è coerente con la strategia di focalizzazione del Gruppo Sesa sulle aree a valore aggiunto dell’IT, a supporto delle competitività ed innovazione dei principali distretti produttivi italiani e consente di creare una piattaforma di Digital Security Services con circa 25 milioni di euro ricavi (Ebitda margin double digit) ed un capitale umano di oltre 100 risorse. Continuiamo a valutare operazioni di acquisizione, nel core business del Gruppo, in aree ad elevato potenziale di sviluppo e generazione di Ebitda, con tassi di crescita superiori a quelli storici medi del Gruppo, allo scopo di soddisfare la crescente esigenza di trasformazione digitale della nostra clientela” ha affermato Alessandro Fabbroni, Amministratore Delegato di Sesa.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore