HPE e le agevolazioni ai partner: dal marketing digitale al pay per use per i clienti

News
marketing, strategie@shutterstock

Al Global Partner Summit 2018, HPE ha annunciato HPE GreenLake Flex Capacity, con miglioramenti al programma di marketing digitale. Con HPE Partner Ready Marketing Pro Academy, HPE introduce risorse didattiche per aiutare i partner a migliorare le competenze

Obiettivo è rendere più semplice la vendita delle soluzioni a consumo on premise di HPE da parte dei partner. In occasione del Global Partner Summit 2018, Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato HPE GreenLake Flex Capacity. Come riportato qualche giorno fa da ChannelBiz.it,  HPE ha introdotto miglioramenti al suo programma di marketing digitale HP Ready Partner per aiutare i partner a migliorare l’efficacia del marketing e aumentare le vendite. Questi programmi e offerte consentono ai partner di offrire soluzioni differenziate ai clienti. HPE sta introducendo una nuova offerta per i partner di canale per aiutare i clienti ad adottare un modello pay-per-use e accedere a nuove tecnologie on-premise – come infrastrutture definite dal software, storage all-flash e cloud privato – senza un investimento iniziale significativo. La nuova capacità di HPE GreenLake Flex consente a system integretor, rivenditori e distributori di offrire direttamente a clienti la capacità di GreenLake Flex.

 

Antonio Neri durante HPE Discover 2018

Lanciato con pacchetti specifici per sette dei prodotti più popolari di HPE (HPE ProLiant Microsoft Azure, HPE Synergy 480 Compute Modules, HPE SimpliVity 380, Blade server HPE ProLiant BL460c, HPE 3PAR StoreServ 8200, HPE 3PAR StoreServ 9450, HPE StoreOnce 5100), l’offerta presenta configurazioni predefinite, pre-approvate e fascia di prezzo, quindi facili da quotare e vendere. Inoltre, sono progettati per consentire ai partner di guadagnare margini extra e possono creare un flusso di entrate annuali con un tasso di crescita annuo previsto del 25%.

Data la crescente dipendenza dei clienti dai contenuti e dalle risorse digitali per prendere decisioni di acquisto, è imperativo per i partner di canale differenziarsi attraverso il loro marketing e migliorare continuamente le loro capacità di marketing digitale. Poiché il percorso di acquisto dei clienti continua a spostarsi maggiormente online, i partner devono essere in grado di fornire contenuti digitali in modo pertinente che soddisfi le esigenze dei loro acquirenti in ogni fase. A supporto del miglioramento della competenza digitale del suo canale, HPE sta annunciando nuove offerte formative e una valutazione di marketing digitale personalizzata per aiutare i partner a migliorare l’efficacia del marketing e delle vendite.

HPE, IOT

Tramite il nuovo HPE Partner Ready Marketing Pro Academy, HPE sta introducendo risorse didattiche per aiutare i partner a migliorare le competenze e l’efficacia del marketing digitale a sostegno della generazione di lead, pipeline e ricavi aggiuntivi. All’interno di Marketing Pro Academy, gli autorizzati HPE avranno pieno accesso a video, white paper, presentazioni e guide progettati per educarli sugli ultimi argomenti e tendenze del marketing digitale. Inoltre, l’espansione di workshop di marketing digitale faccia a faccia in tutto il mondo consentirà a HPE di coinvolgere ulteriormente ed educare i partner in molte delle principali aree metropolitane.

Inoltre, HPE sta introducendo la HPE Digital Marketing Maturity Assessment, che consente ai partner di comprendere meglio le loro capacità digitali e social attraverso un sondaggio online strutturato e un quadro di valutazione per valutare la maturità del marketing digitale. La valutazione fornisce rapporti personalizzati con passaggi e azioni raccomandate per il miglioramento in cinque aree chiave, tra cui identità digitale, impegno organizzativo, quadro analitico, gestione delle relazioni con i clienti e pianificazione ed esecuzione della campagna.

Secondo IDC, entro il 2020, gli accordi ‘a consumo’ rappresenteranno il 40% delle spese per le infrastrutture IT delle imprese. I clienti vogliono sempre più pagare per l’infrastruttura che consumano ogni mese, consentendo alla flessibilità di aumentare o diminuire a seconda delle esigenze, evitando le spese in conto capitale.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore