Ingram Security Hub, un nuovo modo di ‘vendere’ la sicurezza che passa dal cloud

Strategie

L’evento Ingram Micro Security Hub ha raccontato una nuova modalità di vendita della sicurezza che, come ha ricordato Paolo Filpa, Head of cloud di Ingram Micro Italia, passa anche per un programma di canale dedicato a Microsoft Azure

Ingram Micro Security Hub, l’evento che si è svolto a Scalo Milano, ha voluto raccontare e spiegare una nuova modalità di pensare la sicurezza che, come ha ricordato Paolo Filpa, Head of cloud di Ingram Micro Italiaè qualcosa che ci deve essere e le soluzioni da proporre devono essere smart. La sicurezza informatica rende difficile il lavoro di un distributore, specie se pensiamo a clienti piccoli e medi. Quindi – si domanda – è possibile costruire un modello di distribuzione della sicurezza in un modo differente rispetto alla cybersecurity? Ho lanciato una sfida ai vendor con cui lavoro e l’elemento comune è la sicurezza vista da angoli differenti”.

Paolo Filpa durante l’evento Ingram Micro

Ingram Micro sposa un modello tipico as a service e la strategia della società si basa su quattro pilastri che Filpa chiama con le quattro iniziali, le quattro p appunto (prodotti, persone, programmi e piattaforma). “Duecento vendor che lavorano sulla nostra piattaforma – spiega Filpa – rappresentano una sfida e il raggiungimento di un target complesso di prodotti da gestire ma investiamo sulle persone e sui programmi, attraverso una localizzazione per sposare la cultura dei paesi. Siamo concentrati su demand generation, sul ciclo di vita dell’infrastrutura cloud che va gestita e aggiornata. Stiamo parlando della Ingram Micro Cloud Platform, una piattaforma globale che lavora 24 ore su 24”.

Paolo Filpa durante l’evento Ingram Micro

Una Ingram Micro Cloud che rappresenta la trasformazione. Dario Massa, che lavora nel team Cloud, ha sottolineato l’importanza della piattaforma che Ingram Micro mette a disposizione dei rivenditori per fare business nel cloud. Un ‘gioiello’ ha detto Filpa, in costante miglioramento e trasformazione, partendo dalla digital transformation e dai suoi elementi. Il primo è la sicurezza digitale, un altro è il cloud computing.
Se si pensa a come funziona un modello di business digitale, rispetto a uno tradizionale, ci si accorge delle differenze rispetto ai principi a cui il canale è legato. C’è un elemento importante la user experience.

Siamo tutti fruitori di servizi e il nostro comportamento di acquisto resta legato al fornitore. Se qualcosa non torna ne va di mezzo la user experience, ossia la soddisfazione dell’utente, che è elemento centrale e ci consente di restare fedeli a quel servizio. Ma come la si costruisce? Dal nostro punto di vista attraverso i migliori servizi al miglior prezzo e lo stesso faranno i partner verso i loro clienti e, un elemento importante, è la qualità del servizio: la piattaforma Cloud di Ingram Micro è l’espressione tangibile di questa volontà – spiega Filpa – ma è anche uno strumento per fare business in modo economicamente sostenibile”.

Paolo Filpa durante l’evento Ingram Micro

Già perché come spiega Filpa, un servizio cloud per singolo utente ha un costo davvero contenuto ma se si considerano decine di migliaia di utenti, ovviamente, il valore del business aumenta. Un business in evoluzione con tassi di crescita, un business sano perchè offre buoni margini. Ma il canale ha bisogno di avere sia buoni margini sia vendere grandi quantità. Come fare? “Viene in aiuto l’automazione che è lo spirito che sta dietro alla piattaforma: la conciliazione e l’automatismo. A breve, sulla piattaforma sarà disponibile una funzione che consentirà ai partner di poter acquisire strumenti utili per fare business, una sorta di repository facilmente consultabile e utilizzabile nella quale si inseriscono white paper, dem, listini”, spiega.

Ingram Micro

Awesomeness, il programma per vendere prodotti software as a service
Si tratta di un programma che si articola in diverse fasi e si basa sul concetto che il rivenditore di canale, prima di arrivare all’ultima fase del programma, che è quella di aumentare i volumi deve passare da tre fasi: la build, trasferimento informazioni di base, poi breadth, serve qualcosa che allarghi la proposta e raggiunga più clienti, cerchiamo di entrare in profondità dai clienti.

Inoltre, un programma di canale particolare dedicato a Microsoft Azure. “Un nuovo programma che possa esseredispinta alla creazione di competenze per supportare i partner nel processo di trasformazione. Il nostro ruolo, nella fase di introduzione, è realizzare un rapporto di partnership stretto con i partner, arrivando insieme e sviluppando pre sales, delivery e noi siamo disponibili a fare delivery per vostro conto”, spiega Filpa.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore