Intel, il cambio di pelle e le novità per il canale che non passano solo dalla Cpu

Strategie

Con Nicola Procaccio, Emea Territory marketing manager e Country lead Intel Italia, abbiamo ripercorso un periodo di storia di Intel e tracciato le basi della nuova strategia 2019

Intel ha cambiato volto e pelle: si è riorganizzata a livello corporate per business unit: CCG (client computing), DCG (datacenter), IOTG (IoT), PSG (fpga, ex Altera), NSG (non volatile memory solutions). Una nuova fase nella vita di Intel volta a cogliere le opportunità di business nei settori in crescita. Lato commercial, consumer, Pmi, gaming, segmenti di mercato affrontati sia attraverso i partner, quindi con strategie di canale e con l’approccio di manager interni all’azienda stessa che sono cresciuti in ottica di riorganizzazione. Negli ultimi anni Intel si è trasformata da un’azienda esclusivamente Pc-centrica a una capace di rispondere al mercato con prodotti tecnologici portatori di innovazione in numerosi campi. Intel non è solo la Cpu all’interno dei Pc ma è anche sicurezza nelle auto, connessione wireless nel telefono, intelligenza nel cloud ecc.

Con Nicola Procaccio, Emea Territory marketing manager e Country lead Intel Italia, abbiamo ripercorso un periodo di storia di Intel. Procaccio parla di investimenti per far crescere i propri system builder, integrator, solution provider e Oem. Come sottolineato, il caposaldo resta l’Intel Technology Provider che offre una serie di vantaggi e spunti tra cui training sulle soluzioni, attività di co-marketing, supporto tecnico, eventi, suddivisi per livello di partnership: registered partner, gold partner e platinum partner. “Il focus sul lato commercial ha permesso di riscontrare che anche in un mercato in decrescita come il consumer, l’aver investito sulle Pmi ci ha permesso di chiudere sempre in positivo. Anche nel quarto trimestre del 2017, che era stato un trimestre pessimo lato consumer, siamo riusciti a chiudere con un più 3% contro un meno 20% di mercato anno su anno”, spiega Procaccio.

Citrix: I partner di canale aggiornano il loro business
Un passo nell’IIoT

Nel 2019 il focus sarà ancora più forte su commercial ed Smb, su cui Intel ha piani di sviluppo e su cui investiranno molto di più. Partner di canale e strategie di marketing come per esempio con aziende del calibro di Mediaworld e Unieuro/Monclick. Per quanto riguarda la parte gaming, Procaccio sottolinea che si tratta di un segmento di mercato in crescita che compensa i numeri negativi del consumer “Nella parte gaming vogliamo spingere i nostri processori core i5 ma prevediamo il lancio di nuovi processori dai 7 in su”.

In ambito enterprise, in Italia, Intel con i cloud system provider si sta spostando verso un’azienda orientata al data center con l’analisi, l’archiviazione e il trasferimento dei dati che rappresentino azioni di svolta su cui poggiare. Intel parla anche di network transformation. “IoT, da quest’anno, diventa importante anche in Italia perchè tocca i vertical manufacturing: siamo leader nel mercato retail e vending così come nel segmento manufacturing e Industria 4.0 attraverso partner importanti con cui quest’anno lavoreremo”, spiega Procaccio.

Nel 2019 sono previsti nuovi programmi di canale, in particolare, in ambito retail, Procaccio ricorda l’introduzione in store di sei service bar pilota per gli utenti finali. Inoltre, pacchetti di servizi anche post vendita per i clienti professionali. “Al momento – spiega – questo è un programma online ma vorremmo portarlo anche negli store”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore