Kindle Voyage vs Kindle Oasis (2017), qual è il migliore?

Prodotti

IN PROVA – Testa a testa tra i due migliori ebook reader di Amazon. Kindle Oasis si può utilizzare anche in piscina, ma Kindle Voyage ha un form factor a nostro parere più ergonomico. Pro e contro di entrambi i modelli

Per alcuni mesi abbiamo testato a lungo l’usabilità delle due proposte top di Amazon come lettori Kindle per gli e-book. Kindle Oasis (l’ultima versione annunciata nell’autunno del 2017, la nona generazione) e un classico oramai, il Kindle Voyage, sul mercato già da tempo.

Kindle Oasis è il lettore più costoso tra quelli disponibili su Amazon ed è l’unico disponibile resistente all’acqua (IPX8), fino a 60 minuti a due metri di profondità. Il suo prezzo è di circa 250 euro (8 Gbyte di memoria, 279 euro per 32 Gbyte di memoria) e nella versione con la connettività 3G gratuita inclusa costa addirittura 340 euro. Davvero un prezzo elevato, considerato anche la specifica tipologia di utilizzo di questi device.

Kindle Oasis

Invece Kindle Voyage costa circa 190 euro, è nato anche questo modello nella versione con connettività 3G integrata, ma nel momento in cui scriviamo su Amazon.it non è possibile più acquistarlo in questa versione, e per certi versi, considerato il nome che porta, la cosa fa un po’ sorridere. Speriamo davvero che non sia una precisa scelta di Amazon per spingere le vendite dei modelli di punta 3G solo su Kindle Oasis.

Kindle Oasis vs Kindle Voyage, il form factor

I due lettori si presentano in forma decisamente diversa, vedremo con quali differenze di esperienza finale. Noi li abbiamo provati entrambi con la relativa custodia originale, la migliore a disposizione nel catalogo di Amazon, per un giudizio completo. Così corredati il peso è praticamente identico, 315 grammi quello di Oasis e 320 quello di Kindle Voyage.

Kindle Voyage

Gli ingombri complessivi sono diversi però. A nudo Voyage misura 16,2 cm di altezza rispetto ai 15,9 di Oasis, e il secondo ha un form factor sostanzialmente quadrato con la larghezza di 14 cm rispetto a 11 cm di Voyage. Lo spessore, anche con le custodie è praticamente assimilabile.

Importante invece un dettaglio. La custodia di Kindle Voyage avvolge e protegge completamente l’oggetto, quella di Oasis no, lascia scoperti due spigoli, è facilissima da affrancare e rimuovere grazie al contatto magnetico, ma allo stesso tempo in alcune situazioni la presa non è poi così salda e la possibilità che la custodia scivoli via, non è remota.

La disposizione dei comandi prevede il tasto di accensione sul profilo superiore in Kindle Oasis, mentre nel Voyage protetto da custodia esso resta accessibile sul dorso posteriore. Una soluzione che nel tempo abbiamo decisamente preferito. Entrambi i lettori sono corredati da un led che documenta lo stato di carica.

Nel complesso preferiamo il form factor rettangolare di Voyage, in alcuni casi si rivela più tascabile, per la larghezza inferiore. Iniziata l’esperienza di lettura effettivamente la presa di Oasis è più scivolosa, con o senza la custodia, mentre la differenza sostanziale è data dal display.

Kindle Oasis vs Kindle Voyage, l’esperienza d’uso

Limitando il confronto alla pagina di lettura entrambi i Kindle hanno una risoluzione di 300 ppi, e sostanzialmente l’esperienza complessiva per quanto riguarda la luminosità e la lettura notturna non è diversa, è vero però che la pagina di Oasis è più ampia, sono visualizzati più caratteri e questo può fare comodo, soprattutto sia ha le sensazione di maggiore uniformità di illuminazione e (non sappiamo se è anche questione di usura nel tempo) la tonalità dello sfondo di Oasis ci sembra più neutra.
La profonda differenza nelle lunghe sessioni è però data dalla presa, l’atto fisico più faticoso per chi legge è sostenere il libro infatti e in questo caso il device.

Kindle Oasis offre due controlli fisici sul profilo destro, i mancini ruotando il device avranno la medesima esperienza, ma non sarà  possibile lo stesso appoggio offerto dalla custodia sul piano, nel caso in cui si decida di tenere il reader con la mano sinistra. Kindle Oasis quindi è “quasi” totalmente agnostico per mancini e destri, ma non del tutto.

Kindle Oasis e Kindle Voyage

I tasti fisici per sfogliare le pagine sono decisamente comodi, ancora di più se si disattiva il touchscreen, opzione non disponibile nel Kindle Voyage, meglio però pensare a una funzionalità tale da disattivare il touchscreen solo per quanto riguarda il cambio pagina e non del tutto, per non dover costringere il lettore che poi desidera regolare luminosità o altri parametri a un doppio clic sul tasto di accensione.

Su Voyage invece è stata fatta la scelta di lasciare una zona touch su entrambi i lati per sfogliare le pagine, ma presa e sensibilità di pressione (pur regolabili) possono generare facilmente errori. Basta poco per ritrovarsi in posizione del testo non volute e abbiamo preferito disabilitare l’area sfogliando esclusivamente con il touchscreen. 

Abbiamo provato i due Kindle con il medesimo firmware  5.9.0.1.2. Il software disponibile su entrambi i sistemi è “quasi” del tutto identico, manca infatti a Voyage del tutto la sezione Accessibilità con la possibilità di decidere per dimensioni del testo grandi o standard, l’inversione di bianco e nero come sfondo, l’opzione VoiceView con il feedback parlato quando si toccano elementi dello schermo. La disponibilità di una diagonale maggiore su Oasis (7″), permette una spaziatura e un respiro maggiore anche delle voci dei menu, per una lettura nel complesso più riposante.

Quando si imposta un carattere marcato con il neretto la pagina su Voyage risulta decisamente più densa, può anche risultare gradevole, è solo una questione di gusto. Abbiamo anche notato però che proprio le diverse dimensioni sfasano di qualche passo le posizioni di lettura come nell’esempio che riportiamo.

Dovrebbe importare davvero poco, anche perché pensiamo che siano poche le persone a utilizzare due e-reader e a riconoscere il problema. La reattività dei due device al tocco è decisamente equiparabile, non sarà certo un criterio di scelta, Oasis oggettivamente è appena un poco più reattivo.

Il nostro giudizio

Un bilancio complessivo è difficile, probabilmente preferiremmo proprio un device con il formato display di Oasis ma il form factor di Voyage per evitare il rapporto quadrato – dato dai tasti fisici – che poco si addice anche all’oggetto libro tout court. Il vantaggio di un lettore sottilissimo in uno dei due bordi (Oasis) per noi ha avuto poca importanza, anzi, forse in alcuni casi rappresenta un gap per l’ergonomia complessiva. Su Oasis da rivedere anche la custodia magnetica di Amazon, troppo mobile e oggettivamente non del tutto protettiva.

Molto bene la scelta invece della scocca in alluminio e la qualità del display. Kindle Oasis si presenta purtroppo sul mercato con un prezzo davvero esagerato, soprattutto nella versione 3G. Non riteniamo da prendere in considerazione il passaggio da Kindle Voyage a Kindle Oasis, se non esclusivamente nel caso in cui l’utilizzo in ambienti acquatici sia preponderante.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore