Stucchi (Datamatic): ecco come stiamo preparando la Computer Discount territoriale

Strategie

Loris Stucchi, Direttore Vendite Valore & B2B di Datamatic, spiega che l’obiettivo è creare un network di piccoli system integrator locali che coprano il territorio dei commercialisti e delle piccole realtà manifatturiere con alle spalle il supporto del network Computer Discount

Obiettivo è creare un network di piccoli system integrator, aziende di informatica da due a dieci dipendenti, con fatturato da 250 mila a 1,5 milioni di euro l’anno, che operino su clientela privata locale in un raggio di azione di una trentina di chilometri e riescano a coltivare tra gli 80 e i cento piccoli clienti. E’ questa la figura del VAR che Datamatic ha in mente possa andare a suggellare un’opportunità in ambito distributivo sotto il rinnovato e rinato cappello Computer Discount.

Qualche giorno fa la notizia del riavvio sulle scene del celebre brand acquistato qualche tempo fa dal distributore Datamatic e oggi qualche dettaglio in più sulla strategia. ChannelBiz ha incontrato Loris Stucchi, Direttore Vendite Valore & B2B di Datamatic. “Datamatic si è sempre mossa su clientela e rivenditori medio piccoli che a loro volta lavorano con clienti finali medio piccoli. Il nostro obiettivo – spiega – è allargare la rosa dei clienti andando su nuovi clienti con nuovi partner”.

Loris Stucchi

Questo è il senso di Computer Discount, realizzare proprio questo network. “Ci sono piccole realtà come per esempio i commercialisti, le piccole realtà manifatturiere che, per quanto riguarda il loro ambito It, si rivolgono a partner locali i quali sono di supporto per qualsiasi tipo di consulenza. Noi forniremo loro una infrastruttura centrale a cui appoggiarsi. Datamatic crea un portafoglio completo fatto di brand primari. Al nostro interno abbiamo un gruppo di una trentina di specialist che operano su verticalizzazioni come computing, digital signage, pos. Quindi prepariamo il portafoglio, facciamo manutenzione inserendo brand o togliendoli dalla rosa dei disponibili a seconda delle opportunità; diamo ai partner il supporto degli specialist per le aree che non conoscono”.

Al momento, considerando che Datamatic ha iniziato l’operazione di recruting di questo tipo di partner lo scorso luglio, sono circa una settantina le piccole realtà che operano già con il cappello Computer Discount e, secondo Stucchi, di questo passo, entro fine anno potrebbero arrivare a un centinaio. L’obiettivo finale è raggiungere 350 partner a livello nazionale entro marzo 2020. A oggi, Stucchi sottolinea che la società è quindi alla ricerca di partner che vogliano aderire a questo progetto.

Dal punto di vista di Datamatic, la società darà ai piccoli system integrator un supporto commerciale, di formazione, training ma anche logistico attraverso le 23 filiali e i cash & carry, ma anche supporto finanziario, attraverso strumenti finanziari utili per agevolare i partner sul noleggio dei prodotti. “Ma stiamo agendo anche sul valore, ossia insegnano loro a utilizzare gli strumenti finanziari, come la locazione operativa, il leasing che sono interessanti sia per il cliente finale sia per il partner “, conclude Stucchi.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore