Tech Data, ecco come integrare l’IoT nell’offerta dei partner

Strategie

Si è concluso il roadshow IoT On Wheels 2018 di Tech Data durante il quale il distributore ha mostrato ai partner come integrare soluzioni IoT nella propria offerta. Uno spunto di riflessione su come sta cambiando il canale

Un piede fermo nella trasformazione del core business tradizionale ma con investimenti forti anche in nuove tecnologie. Da distributore classico, da modello di business standard a piattaforma di soluzioni e aggregatore per portare sul canale skill e prodotti tali da aiutare i reseller ad affrontare nuove esigenze degli utenti finali. Riccardo Nobili, Advanced Solution Director di Tech Data Italia, apre così l’incontro che segna la conclusione del roadshow IoT On Wheels 2018 con il quale il distributore termina il viaggio europeo del truck che, tra aprile e giugno, ha visitato dieci città in sei paesi europei mostrando come Tech Data possa aiutare i partner a integrare soluzioni di IoT nella propria offerta e come questo consenta loro di garantire risultati di business innovativi per i clienti.

Riccardo Nobili

Insomma, un continuo cambiamento del distributore che di fatto aveva già posto le basi della rivoluzione qualche anno fa, alla luce dell’acquisizione della Technology Solutions Business Unit di Avnet. Ma non è solo una trasformazione che riguarda solo la distribuzione. Il comparto distributivo sta cambiando pelle, a cominciare sì dai distributori, che di fatto hanno dovuto, dopo tanti anni in cui venivano bersagliati e visti come box movers, ma anche i vendor stessi hanno iniziato a cambiare, focalizzandosi sulle novità in atto, sui servizi e poi sulle soluzioni, senza abbandonare il concetto di ‘vendita del ferro’.

L’avanzata poi di nuovi player come la stessa Microsoft con Azure, AWS o Google Cloud platform, ha innestato un meccanismo di preoccupazione ma anche di mobilitazione che, di fatto, ha dato una mossa al canale.

Giovanni Besozzi

Lo stesso Giovanni Besozzi, IoT Leader in Tech Data, spiega “Ci stiamo posizionando sull’aspetto applicativo e quando parliamo di soluzioni applicative, guardiamo al monitoraggio real time, alla raccolta di dati dandogli un valore, abbiamo fatto un accordo con un software vendor per una soluzione che fa la real time monitoring, abbiamo partner e vendor che ci forniscono soluzioni specifiche per il ciclo dell’efficienza degli impianti produttivi. I vendor lo apprezzano perché ne hanno bisogno. Il distributore sta cambiando faccia, siamo in mezzo a uno scenario che cambia, anche il system integrator deve cambiare perchè l’interlocutore a cui si rivolge non più il responsabili It ma il responsabile di produzione che ha un linguaggio diverso. Tutto questo, oggi è determinante, il vendor non fanno questa operazione e per loro è manna che il distributore faccia da aggregatore”, spiega Besozzi.

“L’IoT e l’Industria 4.0 sono temi trasversali sui quali è difficile essere tuttologi – spiega Nobili – stiamo facilitando il network di partner facendo da aggregatore ed ecosistema per soddisfare le esigenze dei clienti”.

Vincenzo Bocchi

Vincenzo Bocchi, direttore della practice per le tecnologie emergenti di Tech Data, guarda al futuro per colmare il gap sulla strategia di trasformazione “Ci troviamo qui con partner come Advantech, con un tocco di soluzioni più legate al mondo industriale, con Schneider Electric per la gestione dell’energia e continuità di sistemi, attori come Microsoft e Cisco, partner da tempo, con un ruolo di soluzioni software e piattaforma cloud, il primo e Cisco per gli aspetti che riguardano l’infrastruttura e rete oltre a Panduit, con il mondo wireless e industria 4.0, Vodafone come partner che entra per darci competenza di connettività al machine to machine e portare offerta di servizi gestiti”, chiude Bocchi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore