Wildix: l’UC as a service si sposa con i partner di nuova generazione

Strategie
Cristiano Bellumat, Wildix

Cristiano Bellumat, direttore commerciale di Wildix, spiega pieghe e risvolti del nuovo programma di canale dedicato all’unified communication as a service

L’Unified communication as a service, quindi il cloud, porta numeri considerevoli sul mercato. Secondo quanto ha dichiarato Cristiano Bellumat, direttore commerciale di Wildix, da qui al 2022 i numeri saranno in crescita a doppia cifra, anno su anno, per un valore di mercato che sarà tra i 18 e i 20 miliardi di euro. La tecnologia Wildix nell’Unified communications as a service c’è ed è stata pensata per essere distribuita, spiega Bellumat, incontrato all’ultima edizione di Smau Milano 2017, ed essendo web based è fattore significativo. Ecco perché Wildix ha deciso di parlare al canale di questo fattore e ha sciolto le riserve su un fenomeno che, anche secondo gli analisti, è destinato a crescere.

A luglio del 2017 è partito uno specifico Wildix cloud program.Abbiamo spiegato e parlato con il canale attraverso tre eventi a Milano, Roma, Bologna, ai quali hanno partecipato più di 200 aziende di informatica e, presentando il programma, abbiamo ottenuto il consenso a legarsi a noi come partner di 58 aziende nuove partner. Il Wildix cloud program è il primo programma unified communication as a service disegnato per le aziende di informatica. Non ci limitiamo a fornire solo la tecnologia da vendere ma accompagniamo le aziende partner a un approccio ai loro clienti target in un modo specifico. Tutto il programma presentato prevede la possibilità di rivendere tecnologia e formazione commerciale, oltre a un piano marketing specifico per i clienti. Il programma – spiega Bellumat – è pensato per portare sul territorio esperienza e competenza”.

Cristiano Bellumat
Cristiano Bellumat

Bellumat fornisce a ChannelBiz la sua versione e la visione di Wildix sul problema del credito per i system integrator e spiega che Wildix ha un approccio molto selettivo a riguardo. “Non tutti i system integrator che lo desiderano possono vendere la nostra tecnologia perché chiediamo impegno, questo significa che chi lavora con Wildix fa un periodo di formazione che presenta oneri. Ai system integrator, partner storici, chiediamo un impegno finanziario, valutiamo la consolidata presenza nel tempo, chi è specializzato in alcune attività riesce a sviluppare margini alti, chi ha bassi target ha problemi e margini bassi”.

Bellumat anticipa che al programma di canale sono ingaggiati anche i partner storici che affiancano i nuovi partner che opereranno nel cloud, formandoli nella tecnologia e seguendoli commercialmente. Con Bellumat si è anche affrontato il tema dei margini rispetto ai nuovi system integrator che si introducono oggi nel mercato. “Oggi non credo che ci sia tanto un problema di marginalità, quanto piuttosto di modello di business. Quello che oggi viene perseguito è un modello capex, acquisto di tecnologia per vendere tecnologia, mentre ora dovrebbe essere opex, ma il problema è che si hanno asset aziendali mantenuti da una vendita costante di tecnologia e se non si hanno voci di ricavo ricorrenti, si avranno sempre più difficoltà a inserire un sistema di tipo opex nei modelli di business. Nel nostro programma lanciato a luglio lo abbiamo risolto. Nel cloud program – spiega Bellumat – affianchiamo al modello di business dei partner un modello opex , affiancando nuove realtà che sono più indicate per portare tecnologia unified communication as a service sul mercato“.

Parlando poi del raffronto tra vendite in cloud e vendite on premise, Bellumat è convinto che il cloud crescerà di più rispetto all’on premise. Quali sono le necessità di questo nuovo trend? “Il software as a service sarà spinto dalla dalla trasformazione del posto di lavoro, essere sempre comunicativi con le aziende. L’abilitazione più importante in ambito software sono le unified communication as a service perchè c’è collaborazione e condivisione“, conclude Bellumat.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore